lunedì 14 aprile 2008

La nostra "messa"

Una cosa che lega indissolubilmente me e mia sorella è certamente il Rocky Horror Picture Show. Per un lungo periodo quando eravamo teenagers ce lo guardavamo tutti i pomeriggi, anche due volte di seguito, e la cassetta VHS (registrata da Italia 1 mi sembra) si vedeva sempre peggio. Quindi non so dire se abbiamo visto questo film 60, 120, 200 o più volte. Senza contare quelle che l'abbiamo visto al cinema Prince Charles di Leicester Square, con la partecipazione del pubblico... insomma siamo proprio delle fan di questo cult movie. Personalmente erano passati quasi tre anni dall'ultima volta che l'avevo rivisto, fatto sta che venerdì scorso mia sorella era in visita alla Casina in Collina e abbiamo pianificato la fuga: cena prima del tramonto, addormentata la bebè prestissimo e lasciata in super visione al papà, siamo scappate al cinema Mexico di Milano. Ci siamo divertite come delle pazze!!!!! Un po' di paure le avevo, ci saremo solo io e lei, sarà patetico, e invece nulla di tutto questo: fortunatamente avevamo prenotato perchè in sala era tutto esaurito. Gli attori che facevano lo show erano bravissimi, abbiamo ballato come delle forsennate e cantato a squarciagola. Certo, a meno che non conosciate tutti i dialoghi a memoria, le parole delle canzoni e le risposte dell'audience (che venerdì andava dai 13 ai 70 e passa anni), vi sembrerà di stare in una di quelle celebrazioni di sette sataniche degli Stati Uniti più profondi. Nel nostro caso, ci è sembrato di assistere ad un "rito" intimo e gioioso che non vediamo l'ora di ripetere quanto prima!
Dopo questa ennesima prova non credo che il Rocky Horror Picture Show ci verrà mai a noia, e non è un caso che da ben 31 anni venga proiettato in tutte le grandi città del pianeta ogni venerdì alle 22.
Da non perdere... finchè dura!

2 commenti:

aki ha detto...

ciao

la prima volta che l'ho visto avevo si e no 14 anni ed ero rimasto esaltatissimo... poi sono passato nella fase cinefila e l'ho snobbato come filmettino musical da bancone per supermercato...poi in età più adulta l'ho rivalutato (visti i tempi che corrono ora rimane sempre un gran film d'avanguardia culturale). Al Mexico l'ho visto una sera piovosa di 8-9 anni fa con la mia amica e l'amico della mia amica (giusto per stare in tema). Non eravamo molti (una 40ina), ma è stato divertente lo stesso, anche se sono uno di quelli che non sa le canzoni a memoria e fa pure fatica a capire l'inglese!
Duqnue dici che ora occorre prenotare? wow, meno male che certe cose durano...

ciao

Lilli ha detto...

Ciao Aki,
meno male che l'hai rivalutato! Più lo guardo e più mi sembra un fumettone sci-fi uscito da una rara collezione, e la musica, a me che piace molto il glam rock, è eletrizzante.
Speriamo che il Berlusca non lo faccia cancellare dal cartellone...
buon weekend